you're reading...

We Say

Bonus Mobili 2016: guida pratica all’uso.

L’anno è iniziato con una buona notizia per chi ristruttura casa, anzi due: la proroga del Bonus Mobili fino al 31 dicembre 2016 e il nuovo Bonus Mobili per Giovani Coppie che acquistano la loro prima casa e vogliono arredarla.

Per qualcuno si tratta di una notizia che circolava già in autunno, per altri invece è una vera e propria novità. La conferma è arrivata con la Legge di stabilità 2016 poco prima di Natale.

Divano Danton in lino

In cosa consiste il Bonus Mobili per ristrutturazione.

Ai fini della detrazione, è possibile acquistare arredi fino ad un valore massimo di 10.000 euro usufruendo di una detrazione IRPEF del 50% ripartita su 10 anni.
Quindi, per chi acquista arredi per un valore di 10.000 euro, la detrazione massima sarà di 5.000 euro recuperabile in 10 anni.

Chi può usufruire del Bonus Mobili per ristrutturazione.
-Chiunque stia ristrutturando casa oppure abbia in atto una manutenzione straordinaria, a partire dal 26 giugno 2012 e ancora in corso al momento dell’acquisto dei mobli.
-Chi acquisterà mobili e arredi solo dopo aver iniziato i lavori di ristrutturazione. Il termine è il 31 dicembre 2016.
-Chiunque inserirà nella dichiarazione dei redditi i lavori d’intervento edilizio certificati come manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia, recupero del patrimonio edilizio, risanamento conservativo.
-La persona alla quale sono intestati i lavori di ristrutturazione. Sarà lei a dover effettuare l’acquisto pagando con Carta di Credito oppure con Bonifico Bancario parlante dal quale risulti il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il codice fiscale o partita Iva della ditta che riceve il pagamento, la causale che trattasi di lavori di ristrutturazione.

La grande novità del 2016 è un nuovo Bonus Mobili destinato alle Giovani Coppie.
Vediamo di cosa si tratta.

Il Bonus Mobili per le Giovani Coppie prevede una detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute nell’anno 2016 per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica superiore alla A+.
Il limite di spesa entro cui poter usufruire della detrazione è di 16.000 euro. Quindi la giovane coppia che acquisterà arredi per un valore di 16.000 euro, potrà ottenere una detrazione di 8.000 ripartita in 10 rate annue.

Chi può usufruire del Bonus Mobili per Giovani Coppie.
-Una coppia (sposata o di fatto) costituita come nucleo familiare da almeno 3 anni.-Una coppia all’interno della quale almeno uno dei due soggetti abbia meno di 35 anni.
-Una coppia che acquisterà arredi solo dopo aver acquistato l’abitazione principale, a partire dal 1 gennaio fino al 31 dicembre 2016.
-I mobili dovranno servire ad arredare la casa acquistata.
-Il Bonus Mobili per Giovani Coppie non è cumulabile con le altre detrazioni fiscali. Non è possibile quindi usufruire del Bonus Mobili per ristrutturazione e contemporaneamente del Bonus Mobili per giovani Coppie.

Ora possiamo finalmente dedicarci all’arredo.

Qui di seguito qualche suggerimento – anche su misura – stanza per stanza 😉

IL SALOTTO E IL BONUS MOBILI

Divani componibili e moderni, in pelle e tessuto, anche su misura.
Divano componibile Time Break abbinato alla poltroncina Emilia

Divani classici e chesterfield, anche su progetto.
Divano Chesterfield Boston

Poltrone e divani letto, adatti anche per uso quotidiano e ideali per arredare monolocali e ambienti di piccole dimensioni.
Divano letto Nemo

LA CAMERA DA LETTO E IL BONUS MOBILI

Letti moderni, classici e con contenitore.

Sorbonne king size bed

I PROGETTI D’ARREDO SU DISEGNO E IL BONUS MOBILI
Puoi anche realizzare un arredo totalmente personalizzato, unico ed esclusivo ed usufruire del bonus mobili. Scopri le soluzioni più adatte alle tue necessità insieme ai nostri arredatori.

Per maggiori informazioni, chiamaci o scrivici a servizio.clienti@bertosalotti.it oppure parlane con il tuo commercialista.

Discussion

Nessun commento.

Scrivi un commento (i campi con asterisco sono obbligatori)

FOLLOW US!

Facebook Twitter GooglePlus Follow Me on Pinterest YouTube Flickr

#BERTOLIVE

Gli Argomenti di BertoStory

Archivi