you're reading...

We Say

Maker Faire Rome 2014 secondo Luca Carbonelli

LUCA-CARBONELLI-CAFFE-CARBONELLIIeri si è conclusa la seconda edizione della Maker Faire Rome, curata da Riccardo Luna e Massimo Banzi: il più grande evento di innovazione al mondo, la celebrazione del “Maker Movement” e il luogo dove gli innovatori del terzo millennio mostrano i progetti a cui stanno lavorando e condividono il sapere tecnologico e artigiano.

Qualche dato sull’edizione appena conclusa:

-600 invenzioni provenienti da 33 nazioni

-72 panel di discussione

-42 workshop

nove giorni di eventi

-100.000 persone hanno animato gli oltre 70.000 metri quadri dell’Auditorium Parco della Musica a Roma.

Abbiamo chiesto ad alcuni illustri amici presenti gli scorsi giorni a Roma, di darci un commento a caldo.

Il primo contributo è di Luca Carbonelli, Salese & Marketing presso Torrefazione Caffè Carbonelli.

Berto Salotti: Qual è il ricordo più bello che ti porti a casa da MFR14? 

Luca Carbonelli: mi vien da dire l’entusiasmo. La consapevolezza che tutti stanno prendendo coscienza che è ora il tempo di cambiare le cose. Artigiani, makers, professionisti, ognuno ha capito che è solo r-innovandosi che possiamo ridare dignità al nostro paese, mettendo in prima linea le competenze.

Grazie Luca!

Discussion

Nessun commento.

Scrivi un commento (i campi con asterisco sono obbligatori)

FOLLOW US!

Facebook Twitter GooglePlus Follow Me on Pinterest YouTube Flickr

#BERTOLIVE

Gli Argomenti di BertoStory