Cosa si prova ad essere sul New York Times.

Certe sensazioni non si possono descrivere. Certe notizie non si possono commentare.

Possiamo solo dire grazie a chi ha permesso tutto questo: Diego Paccagnella, Stefano Micelli e  tutta la crew di Design-Apart.

Qui, sulle pagine del New York Times, potete vedere il divano componibile Time Break in tessuto e il divano Ribot in pelle.

Design-Apart e Berto Salotti sul New York Times

1 commento su “Cosa si prova ad essere sul New York Times.”

  1. Pingback: Se l’esperienza di Design-Apart diventa anche Ecommerce. Un ulteriore passo avanti del progetto. - BLOG ARREDAMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.