Un consiglio dagli Usa: “pensa artigiano”.

Thomas Friedman è un giornalista con la G maiuscola: oltre che autore di numerosi saggi, tra cui “Il mondo è piatto – Breve storia del XXI secolo” sugli effetti della globalizzazione – è stato vincitore del premio Pulitzer per ben tre volte.

Leggendo il suo ultimo libro “That used to be us” ci ha fatto piacere ritrovare – tra le sue raccomandazioni  ai lavoratori per superare il difficile momento economico – questo consiglio:

“Pensa come un artigiano”.

Magari a noi artigiani può sembrare strano un suggerimento come questo, abituati come siamo a sentirici sempre in difficoltà, stretti tra le difficoltà pratiche di ogni giorno e un mondo che sembra premiare solo i grandi, e invece l’autorevole firma del New York Times considera il fatto di applicare una mentalità puntigliosamente orientata alla qualità in ogni cosa che si fa come uno dei piccoli-grandi segreti per rimanere e prosperare sul mercato del lavoro, qualunque sia la propria professione.

Efficacissima la sintesi con cui Friedman chiude questa sua riflessione, a pag. 137 del suo libro:

“Ogni cosa che fai, saresti pronto a firmarla con le tue iniziali?”

 

2 commenti su “Un consiglio dagli Usa: “pensa artigiano”.”

  1. Pingback: “Non è un Paese per Mediocri”. Beppe Severgnini parla di Meda? :-) :: Blog Arredamento

  2. Pingback: Ho letto “That used to be us” di Thomas Friedman e Micheal Mandelbaum. E mi sento una cameriera. « oh my marketing!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.