Futuro artigiano. Una lettura che ci ha emozionato.

Siamo affascinati dall’interesse crescente, sia  in rete e che nell’economia reale, nei confronti del lavoro artigiano, l’elemento distintivo del nostro made in italy a cui spesso non viene data l’importanza che si merita.

Lo vediamo in Italia,  nella crescita dei dibattiti all’interno del mondo accademico, ma anche nella pubblicazione di nuovi libri ma soprattutto nell’attenzione che molti protagonisti di primo piano stanno dedicando a questi temi.

Si parla sempre più di orgoglio,  passione, di ritorno alla sostanza e alle qualità tangibili, di saper fare e di capacità per questo universo, di potersi imporre anche su scala internazionale.

In particolare , ho partecipato ad alcuni appuntamenti, (the Renaissance Link, Meeting Giovani Imprenditori, Premio Brianza Economica)  che mi hanno dato notevoli spunti di riflessione ma soprattutto fiducia sul lavoro che stiamo realizzando in Berto Salotti e molto entusiasmo nel vedere che non siamo soli in questa sfida. Anche alla luce delle difficoltà che L’italia in particolare ma tutto il mondo occidentale stanno vivendo in questi giorni.

Stefano Micelli ha entusiasmato l’auditorium dei Giovani Imprenditori di Confartigianato, citando innumerevoli casi internazionali di persone e aziende che grazie alla loro unicità artigiana, stanno avendo successo. Il prof. Micelli ha insistito sulla fiducia verso un sistema produttivo che può sembrare ingombrante rispetto alla modernità emergente della società globale, ma che grazie ai suoi “knowledge workers”, e al suo DNA specifico può fare la differenza e esprimere un modello di sviluppo sostenibile.

Nel nostro piccolo con la nostra azienda abbiamo provato a fare questo.

Ci siamo resi consapevoli, dopo molti anni dedicati con passione alla tappezzeria artigiana, di esser portatori di un sano entusiasmo nei confronti della nostra attività. E di condividere insieme ai nostri collaboratori un unico sentimento positivo nei confronti del modo di lavorare e di vivere l’impresa. E abbiamo deciso di condividere le nostre esperienze, oltre che ai nostri divani e poltrone  e i servizi su misura,  insieme ad una comunità sempre più ampia di persone in tutto il mondo. La rete ci ha dato una grande mano.  E partendo da una distribuzione esclusivamente locale, stiamo cercando ora di confrontarci e di crescere nei mercati internazionali.

Continueremo a parlane presto, anche in  un’occasione speciale qui e attraverso un nuovo progetto che vedrà la luce nei prossimi giorni online. Stay Tuned!


3 commenti su “Futuro artigiano. Una lettura che ci ha emozionato.”

  1. Pingback: La quinta edizione di un libro importante, e una playlist di video. Perché un Futuro Artigiano vuole l’Eccellenza in Digitale :-) - BLOG ARREDAMENTO

  2. Pingback: Un riconoscimento importante per un libro importante. Futuro Artigiano è su ADI Design Index 2012. :: Blog Arredamento

  3. Pingback: Quale sarà il futuro del Made in Italy? La provocazione di AnalogicoDigitale al prossimo FuoriSalone, con Berto Salotti e i makers! :: Blog Arredamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.