Maker Faire Rome 2014 secondo Luca Carbonelli

LUCA-CARBONELLI-CAFFE-CARBONELLIIeri si è conclusa la seconda edizione della Maker Faire Rome, curata da Riccardo Luna e Massimo Banzi: il più grande evento di innovazione al mondo, la celebrazione del “Maker Movement” e il luogo dove gli innovatori del terzo millennio mostrano i progetti a cui stanno lavorando e condividono il sapere tecnologico e artigiano.

Qualche dato sull’edizione appena conclusa:

-600 invenzioni provenienti da 33 nazioni

-72 panel di discussione

-42 workshop

nove giorni di eventi

-100.000 persone hanno animato gli oltre 70.000 metri quadri dell’Auditorium Parco della Musica a Roma.

Abbiamo chiesto ad alcuni illustri amici presenti gli scorsi giorni a Roma, di darci un commento a caldo.

Il primo contributo è di Luca Carbonelli, Salese & Marketing presso Torrefazione Caffè Carbonelli.

Berto Salotti: Qual è il ricordo più bello che ti porti a casa da MFR14? 

Luca Carbonelli: mi vien da dire l’entusiasmo. La consapevolezza che tutti stanno prendendo coscienza che è ora il tempo di cambiare le cose. Artigiani, makers, professionisti, ognuno ha capito che è solo r-innovandosi che possiamo ridare dignità al nostro paese, mettendo in prima linea le competenze.

Grazie Luca!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.