#nuovitalians, una scommessa sul futuro.

Non è facile mettere insieme e decifrare tutte le sensazioni di ritorno da #nuovitalians .

Vorrei ringraziare tantissimo tutti gli amici che ci hanno seguito e supportato su Twitter e Facebook.

Grazie a loro ho sentito davvero tanta energia che mi ha aiutato moltissimo.  Qui trovate un interessante livetwit by Gino Tocchetti.

Vorrei provare qui a ringraziare in modo molto particolare Stefano Micelli.

Con il suo lavoro, il suo impegno e la sua passione, ha il grandissimo merito di aver innescato nel paese una nuova forza trainante che coinvolge e modifica il modo di lavorare, di pensare al lavoro e quindi di immaginare il  futuro.

Senza la sua passione genuina e la sua incessante attività di ricerca e di rete tra imprenditori e istituzioni non avremmo visto così tanti soggetti coinvolti nel rilancio e nella scommessa sul made in Italy, sul futuro del lavoro artigiano.

Dal punto di vista personale credo di avere vissuto e condiviso (in modo evidente!) con chi mi ha seguito, l’emozione fortissima di partecipare a qualcosa di veramente grande,  che ha l’ambizione di dare slancio all’Italia per un futuro artigiano nuovo.

E questa agitazione mi ha segnato fin dai giorni precedenti, dalla preparazione delle slides al pensare a cosa fosse opportuno comunicare o mettere in rilevo.

Nonostante ultimamente non manchino le occasioni,  stare di fronte al pubblico per me non è ancora così facile. Per essere chiaro,  ero così teso che avrei potuto spezzarmi in due!

Sentivo soprattutto il carico di non deludere tutti coloro, e sono tanti, che stanno credendo in me e che stanno lavorando con me per farcela, per lasciare il segno.

Poi,  una volta raggiunto il palco, è stato tutto molto veloce.

Beppe Severgnini sa metterti a tuo agio e il clima era veramente sereno e rilassato.

Parlando poi con gli amici miei più cari, ma anche rivedendomi, credo che in fondo si sia capito il nostro messaggio.

Tre concetti, Brianza, Racconto, Perchè, sui quali in ogni caso continueremo a lavorare con umiltà ed orgoglio per molto tempo.

Ascoltare le storie entusiasmanti  degli altri 9 nuovi “Italians” , molto appassionate e incredibilmente vere,  e vedendo tutto il feedback che la rete ha rilanciato in merito al progetto, ho sentito ancora che chi come noi sta affrontando un periodo di certo non positivo dal punto di vista dello scenario economico, non è solo.

Sono tanti, siamo in tanti a darci da fare, accomunati dal desiderio di lasciare il segno e di provare a farcela,  nonostante tutto.

Per chi si è perso l’evento, qui lo trovate ancora on demand fino al 31-12-2012, oppure,  se volete vederlo LIVE, venite a trovarci 😉 

3 commenti su “#nuovitalians, una scommessa sul futuro.”

  1. Bravo Filippo, hai saputo trasmetterci le tue sensazioni, per altro condivisibilissime!
    Io faccio parte dello staf VinNatur, purtroppo non c’ero personalmente ma ho visto tutto via web e faccio a tutti i complimenti per l’impegno, la genialità e lo spirito innovativo!
    Noi raduniamo un gruppo di piccolissime imprese viticole, accomunate da obbiettivi comuni. Il nostro è ancora un settore fortunato, ma siamo pienamente consapevoli che è necessario darsi da fare e non stancarsi mai! Ci vedremo sicuramente presto!

    1. grazie! sarebbe bello iniziare a lavorare in rete già tra di noi. Davvero però!
      ci mandi una cassa per il nostro prossimo aperitivo ? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.