Interviste “Made in Meda”: Elisa ed Umberto Besana dell’azienda Salda

Aziende, botteghe, industrie, laboratori…

Il tessuto sociale di Meda presenta una densità impressionante di realtà produttive, a tutti i livelli.

E, benché parte di un unico ecosistema, questi soggetti sono comunque, logicamente, fortemente differenziati.
Tra i fattori di differenza che più saltano agli occhi, c’è quello della storia.

Come un filo che unisce varie epoche e personaggi, la dimensione temporale del lavoro a Meda si richiama sempre a una grandissima tradizione, e l’incontro con Elisa ed Umberto Besana dell’azienda Salda, testimoniato da questo video, ne è una riprova.

Si tratta di un incontro importante, nell’ambito del lungo e approfondito lavoro di preparazione che ha preceduto la realizzazione del libro “Made in Meda – Il Futuro del Design ha già mille annidi Filippo Berto.

Ma forse non è solo un incontro, è anche un po’ un… viaggio nel tempo.

A questo ci invita, appunto, l’azienda storica Salda, nome che risuona più che familiare ai medesi con qualche anno in più, in quanto protagonista assoluto della vita economica della città per molte stagioni, e tuttora realtà di riferimento con una storia eccezionale alle spalle – ben rappresentata da Umberto Besana – ed un entusiasmante approccio al futuro, grazie ad Elisa Besana.

Tutto nasce nei primi anni dell’800, quando Arcangelo Besana e la moglie – che già erano noti e apprezzati decoratori al servizio della casa reale d’Austria – decidono di avviare la propria attività.

Inizia da lì una storia che si svilupperà fino ad oggi attraverso 5 generazioni, grazie a un’azienda che ha valorizzato come meglio non si poteva il suo fortissimo DNA Made in Meda, e così facendo ha saputo conferire un gusto ed una sapienza manifatturiera inarrivabili alle grandi dimore della nobiltà francese e poi, via via, alle residenze moderne della clientela internazionale più raffinata ed esigente.

Non è un caso se parliamo di DNA, è la stessa Elisa Besana che, nell’intervista, lo richiama, mentre si sofferma sulle peculiarità degli approcci delle varie generazioni che si sono succedute alla guida dell’azienda.

Elisa Besana rimarca il fatto che, forse per la prima volta nei 140 anni di storia della Salda, la sua gestione non vede l’azienda come un “prolungamento della famiglia“…

Al tempo stesso, però, non può disconoscere che il modus operandi sul lavoro è diretta espressione del modo di vivere e pensare della famiglia.

Una contraddizione bellissima, che esprime in pieno – a nostro parere – un tipo di coinvolgimento che non si può descrivere né razionalizzare troppo… un po’ come cercare di spiegare una passione che hai nel sangue.

E passione, questa famiglia, ne ha da vendere… dopo 5 generazioni, la determinazione e la consapevolezza della generazione più giovane, oggi alla guida, testimonnia come il territorio di Meda, con la sua eccellenza, sia tuttora straordinariamente attrattivo.

Lo dichiara infatti Elisa Besana stessa, che ha scelto l’azienda di famiglia al culmine di una carriera del tutto indipendente:

“Io ho studiato per fare comunicazione e marketing, e ho visto un tesoro in questa azienda”.

Non poteva scegliere un termine migliore, Elisa Besana: un “tesoro” è esattamente quello che, lei e le generazioni prima di lei, custodiscono e valorizzano, accrescendone sempre il valore, all’insegna dell’eccellenza manifatturiera Made in Meda.

Siamo – oltre che straordinariamente ammirati – anche profondamente grati a questi protagonisti del Made in Meda che vengono da lontano nel tempo, e sono già ben proiettati nel futuro.

Un vero esempio – è il caso di dirlo – di valore che attraversa le epoche!

Se desideri acquistare la tua copia del libro “Made in Meda – il Futuro del Design ha già mille anni” puoi passare nei nostri Showroom, oppure ==> clicca qui!

Richiedi ora la tua consulenza riservata e realizza il tuo progetto d’arredo Made in Meda con BertO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.