Il senso di Meda per il Design alle basi del razionalismo italiano: omaggio a Giuseppe Terragni

Tra le figure che spiccano nel richiamare alla mente l’heritage culturale e professionale della nostra città, Meda, vi è senz’altro Giuseppe Terragni.

Più volte mi ritrovo a parlare della cultura del Design che da molti anni caratterizza la città di Meda e della sua influenza tramite imprese e personaggi che sono a pieno titolo nella storia della cultura visuale.

Giuseppe Terragni e Meda

L’architetto Terragni è un vero mito, non solo per noi che abbiamo la fortuna di lavorare sul territorio che l’ha visto nascere, ma per schiere di architetti e designer che lo ritengono – a piena ragione – uno dei riferimenti dell’architettura moderna.

Non dimentichiamo che è tra i sette punti di riferimento di quello che è considerato il Manifesto del Razionalismo Italiano (1937), e intensa sarà sempre anche la sua attività di divulgatore, attraverso la rivista “Quadrante”, di cui era co-fondatore.

Prima di tutto, prima ancora di citare opere di Terragni e il suo contributo al linguaggio architettonico, mi piace evidenziare come il suo lavoro, sviluppatosi negli anni ’30, faccia riferimento a un approccio multidisciplinare alla professione, un modo di lavorare che trascendeva interni ed esterni, per ricercare un tutt’uno armonico.

Infatti Terragni, nato a Meda nel 1904 e deceduto prematuramente a 39 anni, nel 1943, fu attivo prima della seconda guerra mondiale, per una quindicina d’anni, anni anteriori alla iper-specializzazione che ha contraddistinto gli ultimi decenni.

omaggio di BertO a giuseppe terragni nato a meda

Per questo, l’ambito in cui opera il grande Giuseppe è meravigliosamente misto, ibrido, senza confini tra l’arte architettonica e quello che, qualche decennio più tardi, avremmo cominciato a chiamare interior design.

Volendo andare a verificare le opere per le quali Terragni si fece conoscere fin da prima della laurea a Como (1926), c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Ne riportiamo una decina tra le numerose

•Novocomum di Como (1927–29)

•Casa del Fascio di Como (1932-1936)

•Casa Rustici a Milano (1933-1935)

•Casa Toninello a Milano (1933)

•Casa Ghiringhelli a Milano (1933)

•Casa Lavezzari a Milano (1934)

•Casa Rustici-Comolli a Milano (1935)

•Palazzo Terragni di Lissone di Lissone, già Casa del Fascio, in Brianza, (1938-1940)

•Asilo Sant’Elia di Como (1936-1937)

Ma ciò che a mi piace in modo particolare, tra tutto ciò che ha fatto e detto, è questa stupenda testimonianza di attaccamento fortissimo al lavoro, un’attitudine che pretende l’eccellenza senza se e senza ma.

Sentite cose disse di lui un collega architetto che lo conosceva bene:

Quando arrivavano le lastre della facciata, Terragni si presentava in cantiere il mattino presto: sai, faceva mettere due cavalletti, guardava la lastra e, se aveva un difetto, con un martello la spaccava!
Perché – diceva se dico che non va […] il capomastro: Sì, sì, Non la mettiamo! la mette da parte, ma appena giro le spalle la rimette, e una volta in opera non la si può più togliere, perché vanno giù anche le altre…”.

Le spaccava; era forte ed era molto severo; aveva ragione: devono essere così gli architetti.

Sono molti gli insegnamenti che ci vengono da Meda e dalla sua storia: quello di Giuseppe Terragni è tra i riferimenti più alti, che illuminano il percorso di tutti coloro – e sono tantissimi – che portano avanti, ognuno con il proprio percorso, il lavoro che rende Meda la Design Capital mondiale.

Alla prossima,
Filippo


Il sogno di BertO è quello di rendere disponibile il “saper fare” della città più importante al mondo per il design: Meda.

Meda infatti è la città dove trovare concentrazione e sintesi del saper fare più elevato in tutto il mondo, dove si concentrano saperi unici, sia per sviluppo di tecnologie avanzate, dove trovare il maggior numero di penne che hanno risolto le complessità di progetto più importanti al mondo.

Un designer d’interni esperto è in grado di farti vivere l’esperienza di design made in Meda grazie all’attività di BertO.
Realizza il tuo progetto di design! Richiedi ora la tua consulenza ai nostri interior designer!

Ricevi la tua consulenza riservata e realizza il tuo progetto d’arredo con gli interior designer BertO Made in Meda


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *