Oggi fanno 46 anni di lavoro in BertO per Flavio Cairoli.

L’azienda rende omaggio al suo talento e alla sua straordinaria competenza, che oggi ispirano tutti noi. Compreso Antonio

Oggi celebriamo un giorno speciale.
Il giorno in cui Flavio Cairoli, uno dei tappezzieri migliori in circolazione, festeggia un traguardo importante: ben 46 anni di lavoro al servizio della nostra Ditta!

Qualcuno, tra il serio e il faceto, lo chiama KingFlavio, e questo la dice lunga su come sia considerato il suo lavoro, da noi del team ma soprattutto dai clienti.

Filippo Berto e Flavio Cairoli

Sono innumerevoli le storie e gli aneddoti che riguardano Flavio, negli anni.

Ma chi lo conosce sa che non è il passato il focus della sua attenzione, bensì il piacere del lavoro ben fatto (“lavoro finché mi diverto a farlo“, è una delle sue frasi storiche), visto con quel suo sguardo sempre curioso, sempre rivolto a qualcosa di nuovo, non importa se apparentemente difficile o addirittura insormontabile: Flavio è un uomo – e un professionista – cui piacciono le sfide.

A uno così, non si può fare un semplice post celebrativo, occorre una prospettiva diversa.

Ecco quindi che ci viene in soccorso un’altra persona, che sta vivendo un’esperienza diametralmente opposta a quella di KingFlavio.
Si chiama Antonio, è un giovanissimo tappezziere che lavora in BertO da pochi giorni.

Dove Flavio è espertissimo e navigatissimo , Antonio ha delle basi (peraltro ottime per la sua giovane età).

Dove Flavio è cosi profondamente immerso nella realtà BertO, Antonio sta iniziando ora a farne parte.

Dove Flavio è conosciuto e amato da tutti – team BertO, fornitori, clienti, amici – Antonio non ha quasi ancora finito di conoscere i nuovi colleghi.

Ma perché parlare di Antonio, mentre celebriamo Flavio?

Perché Flavio – l’abbiamo detto – ha una passione per le sfide, per tutto ciò che fa nascere qualcosa di nuovo.

kingflavio e Patrizia Cappelletti vanessa4newcraft

In una parola, per il Futuro.

E Antonio, con la sua giovane età, è senz’altro un ambasciatore di Futuro, come sempre sono i giovani.
Flavio, mentre lavora in laboratorio, ispira Antonio: con i suoi gesti prima ancora che non le parole, con la sua etica del lavoro prima ancora che con gli insegnamenti tecnici.

Tutti noi siamo ispirati dal modo di lavorare di Flavio, nessuno escluso.

Siamo certi che anche Antonio – in questo preciso momento impegnatissimo a fianco del suo mentore – lo è, e lo sarà.
Esattamente questa è la catena del valore che si crea in BertO, giorno dopo giorno e generazione dopo generazione.
Se succede, è grazie a gente che arrivi a chiamare KingFlavio: grazie, mitico!

Ma non finisce qui… dato che conosciamo bene il sense of humor che caratterizza Flavio – unito a una sua tipica apparente scontrosità – ci siamo divertiti a immaginare il dialogo immaginario tra lui e il nuovo arrivato.

Lo abbiamo intitolato “Régolati” perché sappiamo che questa parola è stata effettivamente pronunciata da lui.
Il resto è opera della nostra fantasia 🙂

La scena immaginaria si svolge nel nostro laboratorio, a Meda.

Flavio Cairoli laboratorio berto meda

Régolati. DIalogo immaginario tra Flavio e Antonio, ovvero: 46 anni di lavoro v. 46 minuti

Antonio:
Buongiorno.

Flavio:
Chi sei?

Antonio:
Ehm… sono il nuovo tappezziere.

Flavio:
Ah. (Dopo venti minuti). E da quanto tempo lavori qui ?

Antonio:
Veramente sono arrivato che saranno tre quarti d’ora. È il mio primo giorno.

Flavio:
Tre quarti d’ora.

Antonio:
Sì (guardando l’orologio) 46 minuti per l’esattezza.

Flavio:
(Silenzio)

Antonio:
(Timidamente): Invece lei?

Flavio:
(Silenzio. Dopo 10 minuti): Anche io ho cominciato da poco. Domani faccio 46 anni di lavoro in BertO. Régolati.

Antonio:
(Silenzio)

Flavio:
(Silenzio)

Antonio:
(Silenzio)

Flavio:
Comunque mi piaci perché parli poco.
Adesso vediamo se sai lavorare.

Congratulazioni Flavio e in bocca al lupo Antonio!

Flavio Cairoli maestro tappezziere

Richiedi ora la tua consulenza riservata e realizza il tuo progetto d’arredo con gli interior designer BertO Made in Meda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *