home

We Say

Cosa ci fa una PMI manifatturiera sul palco dei festeggiamenti per il digitale in Italia?

Il 24 novembre abbiamo partecipato, a Milano, all’evento di celebrazione dei 30 anni del dominio “.it”: sono infatti tre decenni che l’Italia ha fatto la sua comparsa ufficiale nel mondo del digitale, con i domini dotati di suffisso indicante la provenienza italiana.

La nostra azienda non è che uno dei 3 milioni di soggetti che in questi anni ha registrato il proprio indirizzo online con il “.it”: BertoSalotti.it.

Artigeni festa puntoit

E allora, perché – di tutti questi 3 milioni – proprio noi, in compagnia di pochi altri, siamo stati chiamati sul palco dai digital guru che conducevano la serata, Giampaolo Colletti, Gainluca Diegoli e Alessio Jacona?

Forse c’è più di una risposta a questa domanda.

Come in tutte le cose, lo sguardo di chi osserva può portare a conclusioni diverse.

Nel nostro caso ci è capitato di essere citati come uno dei primi “Corporate Blog” italiani, e in effetti è vero: siamo stati tra i primi a cercare il dialogo aperto, reciproco e senza filtri con le persone in rete, ovunque esse fossero.

Altre volte abbiamo ricevuto un’attenzione un po’ speciale per il fatto di essere stati citati come azienda digitale eccellente da Google.

Ed è anche vero che basiamo una grande parte del nostro lavoro sul digitale… a volte ci sembra che i negozi siano un’estensione del nostro sito, da quanto siamo abituati a “vivere” i contatti in rete, sui social network, in modo intenso e partecipato.

Ma la risposta alla domanda “Cosa ci fa Berto tra i protagonisti del digitale” secondo noi potrebbe essere diversa.

Magari l’onore di stare su quel palco deriva da altre cose, fattori che poco o nulla hanno a che fare con il digitale in senso stretto.
Cose che si chiamano coerenza, attenzione, capacità.

“Coerenza”: mamma mia, un parolone… siamo i primi critici di noi stessi, e la difficoltà di “tener duro”, di essere noi stessi, di portare avanti la nostra personale visione delle cose nonostante tutto e tutti, beh, ci accompagna ogni giorno.
È molto dura, ma ci proviamo. E forse alla fine un po’ ci riusciamo.

Un filo di coerenza, ad esempio, attraversa il nostro approccio alla comunicazione.

Quando apparve online il blog di Berto, nel 2005, tutto in azienda era diverso.

Non c’è un aspetto dell’azienda che, da allora, non sia cambiato, tranne una cosa.
Noi stessi.
L’autore di quel primo post è la persona che oggi guida oggi l’azienda, il figlio del co-fondatore Fioravante Berto.

Nel cambiamento totale, nell’evoluzione pazzesca e vorticosa che abbiamo vissuto e viviamo, lo sforzo è quello di reinventarci sempre, ma senza tradire mai quell’idea di qualità e “saper fare” che ci hanno trasmesso i nostri fondatori.

Semplicemente (si fa per dire) abbiamo cercato nuovi modi per farla conoscere.

E allora ecco il digitale, al servizio di qualcosa che viene da lontano, che nasce molto tempo prima del web stesso: la capacità di far bene il nostro lavoro.
Ora come allora, le capacità personali di chi lavora insieme a noi.

E poi l’attenzione al cliente, che non è mai un cliente, ma una persona. Almeno, a noi così piace vederla.

E questa attenzione l’abbiamo imparata sia da chi ci ha preceduto in azienda, sia da chi – in rete, percorrendo l’autostrada digitale, come la chiamavamo con tenera ingenuità nei post di 10 anni fa – si fermava a scambiare una parola con noi, magari in una lingua che nemmeno conoscevamo.

Ora il nostro blog parla 6 lingue, ma l’attenzione che cerchiamo di mettere in ogni singolo contatto, ogni singolo cenno verso di noi, è la stessa di allora.
La stessa che riserviamo a chi ci fa l’onore di visitarci in negozio.

Coerenza, capacità, attenzione.
Ecco: sul palco dei festeggiamenti per i 30 anni del digitale italiano, ci siamo arrivati così.

Filippo Berto 30 anni .it

 

E sapete qual è la cosa più bella?
Che ci è arrivata tutta l’azienda, come si vede nella foto.

È solo grazie a chi sa far bene i divani (e a chi li sa proporre, a chi guida i furgoni, a chi incontra i clienti, a chi lavora negli uffici) che l’Italia del digitale ha acceso la luce su di noi, l’altro giorno a Milano.

Ne siamo felici non solo per la gratificazione, ma perché sappiamo che è un traguardo quotidiano di tutto il nostro team, giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno.

Online e offline, allo stesso identico modo.

TEAM BERTO SALOTTI

A Torino, in Corso Verona 16 abbiamo aperto due cose. Una è un negozio.

Delle due cose che abbiamo aperto a Torino sabato scorso, il negozio non è la più importante.

Non è semplice fare questa affermazione dopo un periodo di fuoco – otto settimane fa firmavamo il contratto per lo spazio, l’altro ieri abbiamo aperto, solo la gente che lavora con noi, solo il loro grande cuore poteva farcela – un periodo in cui siamo andati da zero a showroom con un’accelerazione e un’intensità che danno il capogiro ancora adesso che le luci sono accese e abbiamo già stretto le mani dei primi clienti.

Se c’è qualcosa che supera in importanza il negozio bellissimo che siamo riusciti a mettere in piedi, che viene prima dell’emozione del concept BertoLive sulla scena torinese, che va oltre quel tuffo al cuore della prima coppia di clienti che timidamente, senza saperlo, accende l’incantesimo di una nuova relazione produttore-consumatore all’insegna del #fandaiman brianzolo sotto la Mole, questo qualcosa deve essere qualcosa di straordinario.

Se eravate con noi, in questo periodo, vi sarete accorti di come andava il nostro team, in preparazione del nuovo Showroom torinese.
Non abbiamo le parole per descrivervi la forza delle mani, la potenza delle energie, la volontà spaccatutto che ha aperto le porte di Corso Verona 16 in 8 settimane.

Eppure il negozio – ma avete visto che negozio?! – *non* è la cosa più importante che abbiamo aperto.

clienti showroom BertO torino

Quello che abbiamo aperto, che abbiamo preparato lungamente, che abbiamo inaugurato e che oggi celebriamo con soddisfazione pari solo alla stanchezza è un sistema.

Un sistema per cosa? Un sistema per essere noi.
Ci abbiamo lavorato anni, ci abbiamo ragionato una vita, ci abbiamo passato notti insonni.

Un sistema per essere noi, e non un pezzo di Amazon, una scheggia di Ikea, un frammento di Black Friday.
Per essere noi, e non strumenti della Grande Distribuzione Organizzata.

Noi, noi, noi, E non degli schiavi del digital marketing, della realtà aumentata, della configurazione 3D.
Un sistema basato sull’unica cosa al mondo che nessun altro, mai, potrà avere al di fuori di noi: noi.
Le nostre persone.

Un team di inimmaginabile valore, determinazione, costanza e coerenza. Una competenza enorme, accompagnata da un’umiltà e uno spirito di servizio difficilmente eguagliabili. Una serietà di fondo, una semplicità concreta che fa bene al cuore. Un’onestà intellettuale, una perenne disponibilità ad imparare, un modo di lavorare che rende tutti noi, a sera, orgogliosi della dura giornata, a volte più lunga di quanto dovrebbe essere. Con tutti i problemi e le difficoltà che – come tutti – anche noi abbiamo nel gestire carico di lavoro e carica umana.
Tutto questo, ci siamo promessi di farlo diventare un sistema, capace di svilupparsi e ampliarsi in modo virtuoso, così da potere crescere e aprire… qualcosa di più di un negozio.

Perché solo se sapremo essere noi, potremo essere voi.

Essere la giovane coppia che è entrata alle 16.15 di sabato 11 novembre, ed essere il living in cui metteranno in scena il loro futuro.
Essere la signora elegante delle cinque, ed essere il divano su cui si accomoderà per fare le Skype call col figlio lontano.
Essere il signore arrivato prima della chiusura, ed essere la poltrona del suo sigaro serale. Dei suoi ricordi.

Per capirsi occorre essere in due, e non esistono risponditori automatici capaci di uno sguardo complice, non ci sono ecommerce in grado di capire un attimo di silenzio, non conosciamo chatbot che ti guardino negli occhi.

Ecco cosa abbiamo aperto a Torino.
Un negozio e – speriamo – una relazione con quella parte di Torino che è venuta a trovarci.
Vieni a trovarci qui, in Corso Verona 16.

Filippo BertoAllestimento showroom BertO Torino Team BertOdonato gentile clienti showroom berto a torinomarco crepaldi showroom berto torino

 

#BertoTorino: quattro chiacchiere con Marco Crepaldi

La prima novità (già spoilerata qualche settimana fa): apriremo a brevissimo uno showroom a Torino.
La seconda: Marco Crepaldi sarà il Direttore del nostro nuovo negozio BertO in Corso Verona 16 – Torino.

L’apertura di un nuovo negozio è un momento molto delicato, dove il risultato (ma anche l’inizio di una nuova e così grande sfida) dipende tutto dall’incontro con persone speciali.

Persone appassionate, che guardino al domani con una visione chiara, coraggiosa e con le quali condividere un po’ di quella “follia” necessaria per portare avanti un progetto così ardito e entusiasmante.

Marco è esattamente tutto questo. E siamo felicissimi di collaborare con lui.
Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Marco.
Ecco cosa ci ha raccontato.

marco crepaldi showroom berto salotti torino

Marco, raccontaci la tua storia.

Sono nato a Torino, ho 44 anni e sono laureato in Industrial design presso la facoltà di Architettura e nel mio percorso professionale mi sono occupato di progetti di comunicazione e marketing e di interior design. Sono da sempre appassionato di tutto ciò che riguarda l’arredo, il design e la decorazione.

Sono stato tenant dell’Appartamento LAGO Torino, una sorta di appartamento-showroom privato ma aperto al pubblico, collaborando anche a diversi progetti speciali dell’azienda veneta. Poi ho preso il volo per un altro appartamento-showroom, questa volta a New York, con il progetto Design-Apart, per portare l’artigianato italiano negli Stati Uniti.

Proprio collaborando con le eccellenze italiane dell’arredo entro in contatto con BertO e da subito con il nostro Filippo si crea un legame speciale, consolidato soprattutto durante il crowdcrafting di Sofa4Manhattan, che poco dopo ci porterà a concepire insieme il progetto BertO Torino.

E quando non sono in showroom sono anche istruttore di Yoga Vinyasa e Hot Yoga.

interior designer berto torino marco crepaldiCi racconti il crowdcrafting di NY dal tuo punto di vista.

È un esperienza che tutti dovrebbero sperimentare, siano essi designer o semplici utilizzatori! La co-creazione di un divano come il Sofa4manhattan a New York è un fenomeno unico, alchemico. Questo mix, questa interazione in cui il designer diventa una moltitudine mentre il pubblico stesso, che abitualmente è audience passiva, diventa designer, diventa artigiano… pensa, produce, crea!

Personalmente l’ho vissuto in prima persona durante la mia esperienza nello showroom di Design-Apart a NYC dove ho contribuito ad organizzare le session con i designer, gli artigiani e il pubblico che hanno portato alla nascita del Sofa4Manhattan, divano unico partorito da più menti e plasmato da più mani, in equilibrio tra di qua e di là dell’oceano.

marco crepaldi interior designer berto salotti torino

BertO apre a Torino per la prima volta. Molti nostri clienti hanno acquistato divani, letti e poltrone direttamente online oppure hanno deciso di venire a trovarci direttamente in Brianza. Cosa pensi possa offrire un negozio BertO a alla tua città?

Torino è una città dal gusto raffinato e un po’ borghese, molto attenta e selettiva ma anche capace di accogliere. Questo vale anche per i prodotti d’arredo. A mio parere un approccio contemporaneo che profuma di tradizione e di saper-fare, che contraddistingue la proposta BertO, saprà farsi apprezzare da queste parti.

Inoltre la convivialità di BertoLive troverà terreno fertile sotto la mole perché qui eventi culturali, incontri e dialoghi sono di casa. Poi se questi avvengono in un luogo insolito e suggestivo come il nostro spazio, sorseggiando una birra artigianale accompagnata dall’ascolto di musica non mainstream (a Torino è di rigore)… penso sia proprio il massimo!

BertO a Torino può trovare da un lato nuova linfa creativa nell’ambiente torinese ricco di stimoli e iniziative, e dall’altro può esprimersi al meglio in un meraviglioso spazio unico e storico come il nostro nuovo showroom: un edificio ex manifatturiero risalente agli inizi del secolo, ristrutturato ad arte e pronto ad accogliere BertO nella nuova area del quartiere Aurora che sta rinascendo intorno alla Nuvola Lavazza dove, se mi perdonate il parallelo newyorchese, ci vedo una sorta di Bushwick sabauda!

BertoLive a Bertotorino: anticipami la colonna sonora dell’apertura del negozio.

Ho preso seriamente questa domanda e già che c’ero ho realizzato direttamente una playlist su Spotify. Eccola qui: https://goo.gl/z9Dhpx

Ho scelto alcuni pezzi emozionali e altri, nell’ambito dei miei autori preferiti, che avessero qualche connessione con l’arredo, lo showroom, i servizi al cliente.

Una piccola anteprima?

Saturday Sun – Nick Drake (1969)
Le note malinconiche di Drake a ricordarci il giorno cruciale di apertura del nostro negozio! 😉

Don’t Think Twice, It’s All Right – Bob Dylan (1962)
Parafrasando ironicamente Mr Zimmerman io ci vedo la motivazione all’acquisto di un divano, una sorta di mantra che recita “non pensarci due volte, compralo subito!”

New Coat of Paint – Tom Waits (1972)
Un giovane Waits al pianoforte auspica di dare una mano di vernice per ravvivare la città, un po’ come è avvenuto a Torino negli ultimi anni.

In the Ghetto – Nick Cave (1984)
Un pezzo di Elvis re-interpretato per ricordarci del quartiere dove sorge il nostro showroom e dei suoi conflitti… anche se ora sta diventando il nuovo cuore culturale e creativo della città.

Let’s Go To Bed – The Cure (1982)
Perché il letto è il pezzo di arredo dove trascorriamo più tempo nella casa, ed è anche protagonista delle collezioni BertO insieme ai divani, quindi ascoltiamo cosa suggerisce Robert Smith…

Wild Wood – Paul Weller (1993)
Perché, è bene ricordarlo, che le strutture dei divani BertO sono in autentico legno selvaggio e assemblati con passione! 😉

Sittin’ on My Sofa – The Kinks (1966)
Un blues rockettone sullo starsene seduti e rilassati sul proprio divano… what else?

Showroom BertO Torino lavori in corso
Ingresso showroom BertO Torino

Grazie Marco! A breve i dettagli sull’imminente inaugurazione 😉

#fandaiman. Ovvero cerchiamo nuovi collaboratori!

Avete capito. Cerchiamo nuovi collaboratori.

Per far questo non ci nasconderemo dietro belle descrizioni costruite ad hoc. Vogliamo essere sinceri sin da subito.

Abbiamo le idee molto chiare sul nostro futuro.
Vogliamo crescere e per farlo abbiamo bisogno di risorse competenti, serie e che abbiano ben presente che tipo di azienda sia la nostra: selettiva, dinamica e fortemente visionaria.

Cerchiamo persone che non abbiano paura, che siano pronte a incendiarsi di passione, che abbiano la voglia di mettersi in discussione, di guardare al futuro con immaginazione e coraggio.

Sappiamo che possiamo fare molto insieme alle persone giuste. Quindi sappiate che vi stiamo cercando.
Non siate timidi.

Se pensate di avere le giuste competenze e, soprattutto, la giusta motivazione per candidarvi, fatelo ora!
Mandate la vostra candidatura scrivendo a fandaiman@bertosalotti.it.

Ecco chi cerchiamo: una sarta cucitrice, un web master, un commerciale estero e un architetto d’interni.

TEAM BERTO SALOTTI

SARTA CUCITRICE ESPERTA

Cerchiamo una sarta cucitrice alla quale affidare una parte importante del nostro lavoro: la confezione di rivestimenti in stile classico e moderno per i nostri divani, letti, poltrone e imbottiti su misura.
La risorsa si occuperà di cucire con l’utilizzo della macchina piana, rettilinea, taglia e cuci e due aghi, tessuti e pelli.
Ci interessa una persona che abbia esperienza nel settore della tappezzeria artigiana, abile e precisa.
Offriamo un contratto a tempo indeterminato nel nostro laboratorio di Meda (MB).

Manda la tua candidatura a fandaiman@bertosalotti.it specificando nell’oggetto il ruolo per cui ti candidi: SARTA CUCITRICE

Cucitrice BertO

WEBMASTER

Stiamo cercando un talento da inserire nel dipartimento tecnico e strategico di Marketing e Vendite nella nostra sede centrale di Meda (MB)

Affiancando il responsabile del team, il candidato scelto curerà la progettazione e lo sviluppo delle strategie SEO, la creazione e il monitoraggio delle campagne PPC, analisi dei dati di navigazione e conversione e la progettazione delle ottimizzazioni delle campagne, modellazione 3D e disegno 2D, programmazione.
Si occuperà della progettazione dell’interfaccia di navigazione del sito e della creazione e aggiornamento dei contenuti del sito web aziendale

Più nello specifico cerchiamo:

Una persona con una passione sfrenata per i numeri e le statistiche
Buona conoscenza della lingua inglese. La conoscenza di altre lingue costituirà titolo preferenziale ma non esclusivo
Attitudini al lavoro in team
Doti di problem solving e attitudine al lavoro sotto stress in un ambiente altamente performante
Precisione e organizzazione
Gusto del bello e delle cose fatte con amore e passione
Voglia di divertirsi, lavorando duramente, in un’azienda molto seria ma mai seriosa

Cosa offriamo:

Lavoro stimolante dove è possibile sviluppare le proprie capacità crescendo professionalmente
Azienda all’avanguardia nel suo settore con ambiziosi progetti di sviluppo
Ambiente giovane, sfidante, dinamico e divertente
Formazione costante e affiancamento
Incentivi e bonus sui risultati raggiunti
Un contratto a tempo indeterminato

Manda la tua candidatura a fandaiman@bertosalotti.it specificando nell’oggetto il ruolo per cui ti candidi: WEBMASTER

web master berto

CONSULENTE D’ARREDO COMMERCIALE ESTERO

Stiamo cercando una risorsa esperta da affiancare al team Commerciale Estero, fortemente orientate al mercato internazionale, con ottime capacità relazionali, comunicative ed organizzative, dalla personalità giovanile e brillante, motivata, matura, fortemente determinata.
Il candidato deve avere un’ottima conoscenza della lingua inglese e francese, parlate e scritte.
La conoscenza della lingua tedesca e l’utilizzo di programmi di disegno 2D e 3D costituirà titolo preferenziale.

Cerchiamo una persona che gestisca le richieste inbound provenienti in particolare da Francia, Svizzera francese, Spagna e Regno Unito, con un approccio fortemente orientato al cliente e alla vendita online, attraverso un’efficace interazione con l’ufficio tecnico, presidiando l’intera fase di offering, fino all’acquisizione degli ordini. E’ richiesta flessibilità di orari.

Cosa offriamo:

Inserimento immediato in un ambiente dinamico e stimolante. Affiancamento e formazione costante, incentivi e bonus sui risultati raggiunti. Contratto a tempo indeterminato.
Sede lavorativa: showroom BertO di Meda (MB)

Manda la tua candidatura a fandaiman@bertosalotti.it specificando nell’oggetto il ruolo per cui ti candidi: COMMERCIALE ESTERO
commerciale estero bertoARCHITETTO D’INTERNI

Cerchiamo una risorsa tecnico commerciale, consulente d’arredo diplomato in design e/o laurea in Design o in Architettura d’interni, con esperienza nel ruolo maturata presso showroom di arredi e mobili.
Il candidato deve avere eccellenti capacità organizzative, relazionali e di gestione della clientela. Deve essere motivato, dotato di spirito di iniziativa, autonomo e orientato al problem solving, dinamico e pronto a lavorare in un ambiente ambizioso nel quale è richiesta flessibilità.
Deve padroneggiare i più diffusi applicativi informatici, ottima conoscenza di applicativi CAD 2D/3D, ottima conoscenza della lingua inglese, parlata e scritta.

Cosa offriamo:

Inserimento immediato in un ambiente dinamico e stimolante. Affiancamento e formazione costante, incentivi e bonus sui risultati raggiunti. Contratto a tempo indeterminato.
Sede lavorativa: showroom BertO di Meda (MB)

Manda la tua candidatura a fandaiman@bertosalotti.it specificando nell’oggetto il ruolo per cui ti candidi: ARCHITETTO D’INTERNI

architetto d'interni

Aspettando #BertoTorino. Suona bene, vero?

Da qualche mese stiamo lavorando a un progetto davvero grande: l’apertura di un negozio a Torino, nel cuore della città che sta guardando al futuro.

Siamo davvero emozionati e oggi, entrando in quella che sarà la nostra casa e il luogo che trasformerà le idee nel vostro progetto d’arredo più esclusivo, abbiamo già visto tutto davanti ai nostri occhi: la collezione di divani componibili e moderni, i letti con contenitore, le poltrone, la collezione #BertoLive…. e ovviamente anche la nostra loving room, lo spazio dedicato alle nostre passioni con una selezione di dischi tutta da scoprire all’imminente inaugurazione!

Non ci resta che far partire un conto alla rovescia per la prossima apertura.

Promesso, non vi faremo attendere molto.
Stay Tuned 😉

Prossima apertura negozio BertO a Torino

Riot Crrraft: ovvero la nascita del COMITATO. E della poltrona Hanna.

Prototipazione poltrona Hanna berto salotti

Appena qualche giorno fa vi abbiamo presentato la poltrona Hanna e spiegato cosa rappresenti per noi.

Oggi invece, siamo orgogliosi di presentarvi i valorosi membri del Riot Crrraft, il movimento nato dall’incontro di uomini, donne e le più colorite espressioni brianzole, al lavoro per 8 lunghi mesi di intensa prototipazione, senza mai fermarsi, per realizzare un pezzo che sentiamo nostro dal primo all’ultimo centimetro.

Tra loro Flavio, Giorgio, Alessandro, Marco, Carlo, Roberto, Cristiano, Marco, Filippo, il carrozziere, il farmacista, i nostri clienti che sono capitati al momento giusto nel posto giusto e gli amici che si sono prestati a dare il proprio prezioso contributo.

Hanna ti aspetta nei nostri showroom per essere ammirata, scelta, personalizzata e resa protagonista del tuo progetto d’arredo.

Scopri come scrivendo a servizio.clienti@bertosalotti.it oppure chiama Maurizio, Arianna, Fabio, Cristina e Marion allo 0362-333082!

Welcome to Bertostory

Add you text here. Leave this and the heading blank to remove this completely.

FOLLOW US!

Facebook Twitter Instagram GooglePlus Follow Me on Pinterest YouTube Flickr

#BertoLive

Gli argomenti di Bertostory